ESAME IMPEDENZIOMETRICO

Perché fare un esame audiometrico?

Un esame audiometrico completo permette di stabilire in modo puntuale la capacità uditiva del paziente e di riconoscere diverse patologie dell’orecchio altrimenti non diagnosticabili.

Cos’è l’audiogramma?

L’audiogramma è una rappresentazione grafica della capacità uditiva dell’individuo. Si basa sui dati ricavati durante l’esame audiometrico (o esame dell’udito) è un test volto a misurare le soglie uditive, cioè i suoni più deboli che una persona riesce a percepire a una data frequenza.

L’impulso viene trasmesso per via aerea o per via ossea e può essere costituito da toni puri (audiometria tonale) o da parole/frasi (audiometria vocale).

A cosa serve l’audiogramma?

L’audiogramma permette di determinare l’eventuale presenza di ipoacusia e, in base ai risultati, stabilire dov’è localizzato il problema, se nell’orecchio stesso o nel sistema di trasmissione.

Esistono quattro tipi principali di ipoacusia: trasmissiva, neurosensoriale, mista e neurale.

Come si svolge l’esame dell’udito?

L’audiometrista invia alle cuffie dei suoni a diversa intensità e frequenza, iniziando dai toni bassi per arrivare a quelli alti, e invita il paziente ad alzare la mano o a premere un pulsante ogni volta che percepisce quel suono.

Le soglie di udibilità vengono quindi registrate in un grafico e vanno a formare la curva caratteristica dell’udito o audiogramma.

Lo schema è costituito da un sistema di assi cartesiani: sull’asse verticale è riportata l’intensità, espressa in decibel (dB), con i suoni più deboli in alto,  sull’asse orizzontale vengono riportate le frequenze, espresse in Hertz (HZ), con le frequenze più basse (125 HZ) a sinistra e quelle più alte (8000 Hz) a destra. La linea 0 dB non indica l’assenza di suono, ma rappresenta il suono più debole che una persona con udito normale riesce a percepire.

Sintomi e rischi in base all’età

Il bambino: ripete spesso “E’?”, lo chiami e non risponde, sembra assorto, problemi di linguaggio soprattutto con le consonanti come la “s “e la “f”.

Rischio: non sviluppare correttamente il linguaggio, compromesso il corretto sviluppo cognitivo e sociale.

L’adulto: difficoltà di comprensione in ambienti con rumori di fondo, si lamenta che in televisione parlino tutti troppo velocemente e con poca chiarezza, al cinema chiede all’accompagnatore “…cosa hanno detto?” di conseguenza smette di frequentarlo, difficoltà a partecipare alle conversazioni di conseguenza non partecipa volentieri a riunioni conviviali.

Rischio: isolamento sociale, depressione

L’anziano: tiene la televisione ad alto volume, non sente il campanello della porta o lo squillo del telefono, in riunioni conviviali tende ad isolarsi.

Rischio: decadimento cognitivo, isolamento.

Il Centro Acustico Lecco è il nostro centro di fiducia.

Prenota online
autonomamente

Prenota una visita

Fatti richiamare
dal nostro staff

Vuoi maggiori informazioni sui nostri servizi? Non attendere in linea al telefono, il nostro staff sarà lieto di ricontattarti il prima possibile

Professionisti in Esame audiometrico

Tecnico audioprotesista

Cirignola Andrea

Scopri di più

Prenota una visita

Il tuo centro medico sempre a portata di mano.
Accedi all’area di prenotazione online e con un semplice click potrai visualizzare
tutte le visite e i trattamenti disponibili, il loro costo, giorni e orari, i nostri professionisti
e potrai prenotare in totale autonomia.

Prenota una visita